As.Va.L.T. - Associazione Valdinievole per la Lotta contro i Tumori
Sede presso l'Ospedale di Pescia
Via Cesare Battisti, 10
51017 Pescia (PT)
asvalt@usl3.toscana.it
Casa della Prevenzione
Viale Verdi, 59
51016 Montecatini Terme (PT)
Tel. 0572 / 75022 - Fax 0572 / 463297
asvalt@usl3.toscana.it
As.Va.L.T. - L'impegno di tutti per vincere il cancro!
Sangue occulto nella feci - La prevenzione del tumore al colon retto Pap-test - La prevenzione del tumore collo dell'utero Mammografia - La prevenzione del tumore al seno Aiutaci con il 5X1000 nella tua dichiarazione dei redditi

  • Cos'è il Pap-test

    È un esame che analizza il collo dell'utero, detto anche "cervice uterina". L'ostetrica o il ginecologo preleva dal collo dell'utero, con una spatola e uno spazzolino, un piccolo campione di cellule che viene "strisciato" su un vetrino e poi osservato al microscopio. È un esame semplice, non doloroso e dura solo pochi minuti.


  • Un appuntamento da prendere sul serio

    Come previsto dal Programma di prevenzione oncologica, ogni Azienda Sanitaria invia direttamente, tramite posta, tutte le donne di età compresa tra i 25 e 64 anni a fare un Pap-test ogni tre anni.

  • Perchè è bene effettuare il Pap-test

    In Toscana la maggioranza delle donne che si ammala ogni anno di tumore del collo dell'utero non ha mai fatto un Pap-test: l'esperienza scientifica dimostra che il Pap-test eseguito ogni tre anni è un mezzo efficace per scoprire le alterazioni che precedono di molti anni la comparsa del tumore. La cure di queste alterazioni impedisce la comparsa del tumore vero e proprio.

  • Pap-test e striscio batterioscopico

    Esistono due tipi di "strisci" vaginali: lo striscio oncologico (o Pap-test) serve a scoprire eventuali alterazioni che possono trasformarsi in tumore; lo striscio batterioscopico (o batteriologico) serve invece ad individuare le cause di un'infiammazione e a trovare la cura più adatta, da effettuare soltanto quando il medico lo ritiene necessario

  • Un esame completamente gratuito

    Nessun costo per la donna e non occorre la richiesta del medico

  • Accorgimenti da adottare prima del test

    Per la buona riuscita dell'esame è necessario:

    • effettuare il prelievo almeno tre giorni dopo la fine delle mestruazioni e senza perdite di sangue;
    • non avere rapporti sessuali nei due giorni prima dell'esame;
    • evitare l'uso di ovuli, creme o lavande vaginali nei tre giorni precedente l'esame

  • Un test affidabile

    Il Pap-test è il metodo più attendibile per prevenire il tumore del collore dell'utero. In casi molto rari tuttavia, il Pap-test non è in grado di trovare alcune alterazioni. Inoltre non può individuare altre malattie ginecologiche


  • Come viene comunicato il risultato

    In caso di normalità, la risposta viene recapitata per posta a domicilio. In caso contrario, sarà l'Azienda Sanitaria a contattare direttamente l'interessata

  • Eventuali ulteriori accertamenti

    Alcune donne (circa 1 su 20) vengono richiamate per la ripetizione dell'esame o per seguire altre indagini più approfondite, come la colposcopia. Ciò non deve allarmare perchè, nella maggior parte dei casi, alla fine degli accertamenti, tutto si risolve con esito di normalità

  • Da tenere sotto controllo

    Se in attesa del successivo Pap-test si verifica qualcosa di insolito (per esempio, perdite si sangue al di fuori del periodo mestruale) è opportuno rivolgersi al proprio medico oppure al proprio ginecolo




As.Va.L.T. - Associazione Valdinievole per la Lotta contro i Tumori
Tutti i diritti sono riservati - © 2012 - È vietata qualsiasi riproduzione non autorizzata